Giochi per bambini da fare in casa

giochi per bambini da fare a casa durante il coronavirus

Ecco tanti spunti per riempire le giornate casalinghe al tempo della pandemia da Coronavirus

Tutti ce lo siamo chiesto al tempo del lockdown: quali sono i giochi per bambini da fare in casa durante il Coronavirus?
La quarantena è stata dura per tutti ed il social distancing ha pesato come la fatica della maratona, soprattutto per i bambini.
Sono i più piccoli i più indifesi (insieme agli anziani) e loro probabilmente porteranno dentro questa esperienza per tutta la vita.

Come mamma mi sento sempre in dovere di alleggerire il più possibile il peso, l’angoscia, le restrizioni di questa esperienza ma non è facile e purtroppo posso fare molto poco.

Di sicuro io e mio marito abbiamo cercato di movimentare la giornata di nostro figlio con attività, limitando il tempo della “noia” che spesso dipende dai giorni e dall’umore.
Pare, comunque, che anche la noia serva, come il dolore per apprezzare la gioia…

Ecco, allora, alcuni passatempi per bambini che ho testato nei giorni duri di restrizione casalinga al tempo del Coronavirus nel mezzo della pandemia, nella speranza di potervi offrire qualche spunto o idea per trascorrere qualche ora insieme ai vostri figli.

Idee sempre utili anche nella “nuova normalità”, sperando di continuare a dedicare ai nostri figli il tempo che meritano per crescere in armonia.

Giochi per bambini da fare in casa durante il Coronavirus

  1. Puzzle.
    Sono passatempi molto istruttivi come vi ho spiegato anche in questo vecchio articolo. Ce ne sono per tutte le età. Alcuni puzzle sono giochi per bimbi di 2 anni da fare in casa e per passare qualche ora insieme ai genitori. Ma ce ne sono per tutte le età. Di sicuro è tra le attività creative per bambini più stimolanti.
  2. Scuola di cucina.
    Tutto deve diventare un gioco in questi giorni. Tenete a mente i giochi di ruolo, proprio come fosse una vera recita. Giocate a fare i cuochi e nel frattempo impastate, tagliate frullate, infornate, cronometrate e poi servite. Di solito ai bambini piace molto pasticciare e con le dovute accortezze si possono imparare un sacco di cose. Ieri per esempio Leone mi ha aiutato a tagliare le zucchine: era tutto eccitato perchè per la prima volta utilizzava il coltello (attenzione, mai distrarsi e accompagnarlo sempre guidandolo con attenzione). Questo “gioco da grandi” favorisce la responsabilizzazione e fa sentire grandi i bambini. Per i più piccoli si possono utilizzare i coltelli giocattoli o semplicemente fare altro di meno “impegnativo” e rischioso. Un altro giorno, invece, abbiamo fatto gli gnocchi…
  3. Leggere.
    E’ una attività importante che andrebbe fatta sempre ogni giorno, poco alla volta. Ai bambini piace ascoltare storie. In questo articolo vi ho elencato tantissime risorse ed ebook gratis da sfruttare all’occasione.
  4. Il gioco della scuola.
    Continuare a vivere l’atmosfera scolastica potrebbe essere utile ai bambini a non sentire troppo il trauma delle restrizioni casalinghe. Noi giochiamo ad andare a scuola ogni mattina facendo “la routine” che si faceva prima del Coronavirus: ci laviamo, ci vestiamo, ci sediamo sul tavolino basso simile al banco e si inizia a fare lezione.
    Si disegna, si colora, si ascoltano storie, si imparano cose, facciamo ginnastica…
  5. Lezione di disegno.
    Grazie ai nonni Leone ha ricevuto un bellissimo libro che insegna come disegnare. Così riesce a disegnare un sacco di cose con pochi tratti semplici. Ci sono molti libri utili per questo scopo. Potete dare una occhiata qui.
  6. Lezione di chitarra.
    Uno dei giochi per bambini da fare in casa durante il Coronavirus può essere suonare. A Leone piace molto la musica che ascolta con me in continuazione. Il papà suona la chitarra e così già ad un anno suonava l’ukulele. A quattro anni gli abbiamo comprato una chitarra un pò più grande che imbraccia sempre quando ascolta la musica. La sua musica preferita: il rock.
  7. Quiz. Domande e risposte, esercizi vari.
    Si possono utilizzare anche in questo caso ottimi libri per bambini dai 3 anni in su. Sono giochi per bambini da fare a casa a prescindere dalla quarantena. Se avete bisogno di spunti potete fare una ricerca sul web. L’importante è creare l’atmosfera del quiz (potete anche rifare qualche programma che seguite in tv)…
  8. Unisci i puntini.
    Cosa far fare ai bambini in quarantena? Questi giochi ce li ricordiamo tutti e sono adatti a bambini dai 5 anni in su perchè devono riconoscere i numeri. In alternativa ci sono le versioni per i più piccoli con i soli puntini. Ce ne sono sul web o anche in questo caso si possono acquistare libri sul web.
  9. Colorare disegni.
    Non ci sono molte parole da aggiungere. Qui trovate una ampia scelta di disegni da colorare per bambini gratis .
  10. Disegno libero.
    Qui, invece, è importante dare sfogo alla fantasia. Gli psicologi consigliano di far parlare molto i bambini di questo momento. Per esempio, stimolateli ad immaginare la vita quando potranno uscire di nuovo.
    Cosa ti piacerebbe fare? Dove ti piacerebbe andare? Chi ti piacerebbe incontrare? E via così: immaginazione e desideri da realizzare…
  11. In tv pochi programmi stimolanti.
    Per fortuna c’è lo streaming anche per bambini. Amazon Prime, Netflix e Rai Play offrono un catalogo molto ampio di prodotti. Per i più grandicelli (dai 5 anni in su) ci sono i primi film per bambini, alcuni fatti anche molto bene. Leone impazzisce per “i piccoli detective” (Netflix) ma ci sono anche altri film che potete vedere insieme magari a piccole dosi. Sempre su Netflix vi consiglio la saga di “Spy Kids”, che da noi ha riscosso molto successo.
    Su Prime Video (che ha attivato un servizio gratuito per determinati titoli) ci sono almeno 2-3 titoli che possono andar bene per bambini da 5 a 10 anni, sempre gratis.
    Consiglio di dare una occhiata approfondita poi ai titoli di Rai Play dove troverete film di animazione di qualità come un recente Pinocchio.
  12. Costruire con il cartone.
    Avete cartone a casa? Bene è possibile costruire un sacco di cose e ai bambini piace molto e stimola la fantasia. Uno dei giochi per bambini da fare in casa è quello di costruire, per esempio, un castello per le bambole, una casa, un ponte per le macchinine, un trampolino o un fondale per soldatini, bambole, e altri giochi preferiti.
    Leone è pazzo dei Gormiti ed ha una sola torre. Ho cercato tutte le altre torri sul web e le abbiamo rifatte con il cartone che ci siamo ritrovati a casa. Il risultato non sembra eccezionale ma a Leone è piaciuto moltissimo. Abbiamo impiegato alcune ore per elaborarle, disegnarle, tagliarle e colorarle. Poi altre ore a giocare….
    Sbizzarritevi perchè con il cartone si può fare molto.
  13. Ginnastica con YouTube.
    Attenzione al movimento. Stare reclusi a casa è un vero problema per l’attività fisica ma… un ottimo passatempo per bambini è la ginnastica. Non quella di una volta. Oggi c’è YouTube: è lì trovi ginnastica per bambini, a tempo di musica, piccoli balli, e molto altro. E’ una attività per bambini molto utile e divertente perchè si divertono molto a imitare le mosse che vedono sullo schermo e allo stesso tempo si muovono e fanno attività fisica.
    Leone si diverte molto con la Zumba e man mano che rivediamo lo stesso video migliora sempre più la coordinazione e la velocità.
  14. Tennis-calcetto nel corridoio.
    Tra i giochi per bambini da fare in casa durante il coronavirus ci sono…. il tennis e il calcetto. Lo so, a casa è un problema, ma grazie all’esperienza di mio marito, Leone gioca a tennis nel corridoio (ha palline di spugna e racchette leggerissime) e poi con la stessa pallina gioca con il papà a calcetto.
    Mio marito è contento perchè ricorda i vecchi tempi e il piccolo (l’altro) si diverte un mondo. Nel corridoio, con porte chiuse e un pò di immaginazione, il campo da tennis e da calcetto ci sta. Papà e figlio si fanno così belle sudate…
  15. Nascondino.
    Un classico da non sottovalutare a seconda dell’età: di sicuro è uno dei giochi per bambini di 3 anni da fare in casa ma si divertono anche quelli più grandi…
  16. Giocare a carte.
    Abbiamo molto tempo per insegnare qualche gioco di carte semplice adattandolo all’età del bambino. Vi ho già parlato per la nostra passione per il gioco Uno
  17. Gioco dell’oca.
    Tra i giochi per bambini da fare in casa durante il Coronavirus e la quarantena ci sono i tantissimi giochi in scatola che di sicuro avete anche voi. Leone vuole sempre giocare al gioco dell’oca, a “indovina chi” e altri giochi che lo divertono. Facciamo campionati lunghi così possiamo rigiocare con piacere dopo un paio di giorni riprendendo il foglietto con il punteggio e capire chi vince e chi perde in quel momento “il campionato”… tanto abbiamo tempo…
  18. Gioco libero.
    Quando vogliamo riposarci lasciamo Leone libero di giocare come vuole e devo dire che certe volte è lui che chiede di farlo… C’è un buon equilibrio per tutti: è contento quando stiamo insieme ma anche quando gioca da solo e lo sento chiacchierare e “fare le puntate” dei suoi eroi preferiti dei cartoni. Un consiglio è quello di far utilizzare i tanti giochi uno alla volta a turno.
    Il bambino scoprirà giochi con i quali non giocava da tempo e probabilmente aveva dimenticato di avere… Sarà come avere giochi nuovi.
  19. Giardinaggio da balcone.
    Tra i giochi per bambini da fare in casa durante il Coronavirus e la quarantena c’è quello di… prendere boccate d’aria. Chi ha un giardino di questi tempi è un re. Chi non lo ha (come noi) è meno fortunato. Voglio sperare che tutti abbiamo almeno un balcone con qualche vaso…
    Si può seminare, potare, pulire, zappettare la terra, innaffiare, staccare le foglie secche. Un’idea “sempre verde” è quella di seminare le lenticchie su una spugna umida e attendere che germoglino formando un bellissimo praticello.
  20. Facciamo finta di.
    Avete presente i giochi di ruolo? Fare finta di essere qualcun altro è molto stimolante per i bambini. Leone con la nonna gioca “al ristorante”: lui fa il cameriere e la nonna il cliente, poi si trasforma in cuoco, direttore di sala e cassiere. Si può giocare a fare qualche mestiere che il bambino sente più vicino (per esempio il lavoro del padre), oppure anche far finta di essere la mamma, il papà, il fratellino ecc.
    Oppure ancora immaginare di andare… in un bel posto e creare una situazione o una scena in quel posto. Facciamo finta di stare in vacanza? Facciamo finta di stare in campeggio? Di fare un viaggio?
  21. Al pc.
    Per ultimo (lo metto alla fine perchè andrebbe centellinato) ci sono piccoli passatempi al computer per bambini dai 4 anni in su. Evitando i videogiochi che molti psicologi sconsigliano quando si è piccoli, si potrebbero, invece, sfruttare programmi semplici. Penso a Paint (su Windows) per far prendere dimestichezza al bambino con il mouse e disegnare e colorare. Un’altra semplice alternativa è scrivere con la tastiera. Leone ormai conosce tutte le lettere e vuole scrivere tutto.
    Mi avevano sconsigliato di spingerlo perchè ancora troppo piccolo, ha 4 anni e mezzo ma lui vuole scrivere tutto. Così si diverte a premere i tasti sulla tastiera. L’altro giorno mi ha scritto persino la prima email (di 3 righe!)
  22. L’arcobaleno con il sale.
    Prendete del sale e mettetelo in 7 tazzine (quanti sono i colori dell’arcobaleno). Poi prendete dei pennarelli a spirito dei colori corrispondenti: rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola. Uno alla volta fate picchiettare al bambino il sale nella tazzina con il colore corrispondente. Dopo qualche minuti di su e giù il sale inizierà a colorarsi. Più si picchietta più di colora. Alla fine avrete 7 tazzine di sale colorato. Versate nell’ordine giusto il sale in un contenitore di vetro proporzionato al sale che avete nelle tazzine ed il gioco è fatto.
  23. Percorso ad ostacoli.
    Prendete qualunque cosa possa essere utile e usate molto la fantasia. L’obiettivo è creare un percorso con varie prove che porterà il bambino in tutte le camere della casa. C’è il salto, la campana (per le caselle potete utilizzare nastro adesivo di carta), con le bottiglie di plastica potete fare lo slalom, con il tavolino potete fare una galleria da superare, con una linea sul pavimento potete inventarvi esercizi (saltelli a piedi uniti a destra e sinistra), mettere tutti i lego sparpagliati sul pavimento in una scatola, e inventarvi tante altre azioni e missioni da compiere in cucina (metti le posate nei diversi contenitori), in bagno riempi tre bicchieri ecc. Tutto a tempo. L’obiettivo è battere il record precedente. A Leone è piaciuto molto. Ha sudato e si è appassionato. Ovviamente abbiamo partecipato anche io ed il papà.
  24. Calendario.
    Su un foglio disegnate le stagioni, il meteo e sui bordi i mesi. Su un altro bordo i giorni. Il bambino dovrà ogni giorno indicare la stagione, che tempo fa, che mese è e che giorno. Noi per segnare utilizziamo delle mollettine colorate che Leone posiziona nel punto giusto.
  25. Pupazzo di feltro.
    Fate disegnare un personaggio a vostro figlio. Poi ritagliatelo e ricreate delle sagome sul feltro o un panno pesante. Ritagliate il davanti ed il dietro. Poi trovate una buona imbottitura (ovatta, calzini vecchi ma anche legumi secchi). Con ago e filo (o una buona colla) unite il davanti ed il di dietro con l’imbottitura in mezzo. Potete cucire/incollare le due parti lasciando aperta la parte bassa e solo poi riempirla. Il bello è vedere il disegno diventare realtà in 3d. Un nuovo pupazzo è nato i città…
  26. Ritaglia il cibo.
    Avete presente i volantini dei supermercati? Ecco con quelli si possono trascorrere alcune ore divertenti. Fate ritagliare tutte le foto del cibo al bambino. Poi su alcuni fogli bianchi decidete le categorie del cibo: pasta, verdura, frutta; oppure “mi piace”, “non mi piace”, “mai provato”; oppure “genuino -fa bene”, “una volta alla settimana”, “ogni tanto” ecc. Approfittatene per parlare di cibo con vostro figlio e fatelo argomentare chiedendo sempre “perchè”?

Questi sono i miei consigli.
Spero siano contributi utili per le mamme a corto di idee.
Sono sicura che di cose da fare insieme ai nostri figli ce ne siano tantissime altre.

Spero stiate tutti bene.
Preservatevi e non mettete a rischio voi ed i vostri cari.

#iorestoacasa

Incrociamo le dita e speriamo che questa apocalisse finisca presto.

Abbasso il Covid-19.

Un abbraccio a tutte.

#andràtuttobene

8 Condivisioni
Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
8 Condivisioni
Share8
Tweet
Pin