Pannolini lavabili pro e contro

Pannolini lavabili pro e contro

Sono la scelta migliore dal punto di vista ecologico ed economico eppure sono poche le mamme che li scelgono

I pannolini comuni usa e getta monouso hanno un altissimo impatto ambientale.
Una alternativa infinitamente più economica ed ecologica esiste. Sono i pannolini lavabili che hanno i loro pro e contro.

L’accorgimento più importante è quello di ricordarsi di lavare i pannolini in modo ecologico.
I pannolini lavabili sono costituiti da fibre assorbenti e garantiscono una migliore traspirazione. Inoltre, favoriscono il mantenimento della posizione ottimale per il corretto sviluppo dell’articolazione delle anche del bambino. Infine c’è una migliore percezione delle funzioni fisiologiche.

Non sono più come quelli utilizzati dalle nostre nonne: o meglio, hanno gli stessi punti di forza, ma sono comunque molto più pratici. Si possono trovare di diversi tipi e modelli, ad esempio, con la parte esterna staccabile dalla parte assorbente, così da dover lavare solo l’inserto. Sono realizzati in materiali naturali come canapa, bambù, cotone biologico, che non irritano la pelle.


La differenza rispetto al passato è che oggi abbiamo la lavatrice: e i pannolini si possono tranquillamente lavare insieme al resto del bucato.
La convenienza è anche economica se si considera che, nei primi tre anni, i pannolini usa e getta costano ai genitori dai 1.500 ai 2.000 euro. In fase di smaltimento, più o meno 200 euro a tonnellata al Comune.
Una famiglia che utilizza pannolini lavabili risparmia, invece, almeno la metà. L’utilizzo dei pannolini lavabili, insieme alla raccolta differenziata, il compostaggio dei rifiuti organici ed altri accorgimenti per la riduzione dei rifiuti, contribuisce a ridurre il volume totale dei rifiuti. E, quindi, a ridurre le tasse per i cittadini.

PANNOLINI LAVABILI PRO E CONTRO: MAGGIORE IMPEGNO


Decidere di intraprendere la via dei pannolini lavabili significa fare una scelta di campo. E’ bene sapere a quali conseguenze si andrà incontro. Sui pannolini lavabili ci sono moltissime opinioni anche divergenti. Io ti consiglio di fare una ricerca, di approfondire l’argomento e di scegliere tenendo conto delle esigenze e condizioni della tua famiglia.
Uno degli svantaggi è il maggiore impegno per i genitori.

Parliamo di cambi più frequenti, un maggiore ricorso alla lavatrice, spazio per stendere i pannolini ad asciugare e per tenerli in ammollo in attesa del prossimo bucato. Ci vuole un maggiore impegno anche nell’organizzazione familiare e ovviamente molto tempo da dedicare alle operazioni connesse. Ma non è impossibile nè una scelta eccessivamente gravosa.

Certo, bisogna considerare la condizione dei genitori: lavorano entrambi? sono fuori casa più di 5-6 ore al giorno? Possono disporre di un aiuto?
Fattori che rischiano di scoraggiare più di qualche coppia; soprattutto quando, nei primi mesi di vita del bambino, la fatica è già tanta e c’è bisogno di molti cambi.
Insomma si tratta di fare una scelta importante nel momento più delicato di tutti. Vi posso assicurare comunque che poi i benefici saranno molti.

PANNOLINI LAVABILI PRO E CONTRO: RISPETTO PER L’AMBIENTE


Con i pannolini lavabili c’è un indubbio minor impatto ecologico sul pianeta e tonnellate di plastica da non smaltire. Anche considerando i cicli di lavaggio e l’utilizzo di detersivo l’impatto sull’ambiente in termini di consumo di energia e di inquinamento è nettamente inferiore.


LA SALUTE DEL NEONATO

Utilizzare un pannolino lavabile significa anche evitare al tuo bambino il contatto prolungato con sostanze nocive contenute nei pannolini. Inoltre è migliore la traspirazione delle zone genitali, con conseguenti minori arrossamenti.
Anche la posizione delle anche e delle gambe è migliore e favorisce un corretto sviluppo. Infine c’è una maggiore consapevolezza delle funzioni fisiologiche del bambino che si accorge quando fa pipì e cacca. Questo favorirà e anticiperà anche di un anno e mezzo il passaggio al vasino (con ulteriori conseguenze benefiche su ambiente e portafoglio).


PANNOLINI LAVABILI PRO E CONTRO: IL RISPARMIO ECONOMICO

IL risparmio economico c’è ed è consistente. Una spesa per 3 anni di pannolini usa e getta può andare da 1200 a 2000 euro. Per l’intera fornitura di pannolini lavabili si spende tra i 200 e 300 euro. A questi bisogna aggiungere detersivo ed elettricità. Alla fine la spesa a bambino non potrà superare i 500 euro per 3 anni di gestione.
Ma io vi consiglio di iniziare a toglierli poco dopo l’anno e mezzo.

0 Condivisioni
Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
0 Condivisioni
Condividi
Tweet
Pin