Come insegnare ad andare in bici senza rotelle

Come insegnare ad andare in bici senza rotelle

Se vostro figlio non è tanto spericolato da lanciarsi subito avrà bisogno del vostro supporto e dei vostri consigli. Attenzione a non traumatizzarlo.

…E poi all’improvviso si decide che è giunto il momento per Leone di andare in bici senza rotelle. Così mi sono ritrovata nel parco e accorta che nessuno mi ha mai spiegato come insegnare ad andare in bicicletta senza rotelle.

In effetti non è stata una decisione di Leone (e credo che sia sbagliato non far decidere a lui) e nemmeno mia.
E’ capitato che amici con un figlio della stessa età ci hanno proposto un “meeting” per fare in modo di coinvolgerli insieme nell’avventura.

A posteriori credo che sia stato un errore, non tanto, perchè l’altro bambino ha imparato in un batter d’occhio e Leone no ma perchè abbiamo approcciato l’esperienza non correttamente.

E’ bello vedere bimbi in bici allegri che sfrecciano ma sarebbe ancora più bello se ci fosse anche il tuo (argh!).
Conosco una mamma che proprio qualche mese fa mi confessava preoccupata che suo figlio a 7 anni non sa andare in bicicletta… magari facciamo un pò di pratica prima e poi la chiamo per organizzare un esperimento congiunto…

QUANDO E’ IL MOMENTO GIUSTO?


Non c’è una regola precisa e come tutte le cose che riguardano i bambini è molto soggettivo.
Dipende da tanti fattori e così come è normale che alcuni bambini inizino a gattonare più tardi o a parlare più tardi, così è normale che per i bambini imparere ad andare in bici in seconda, terza o quarta elementare.
Di certo poco dopo compiuti i 3 anni i bambini sono in grado di stare seduti sul sellino e imparano a pedalare.

Come insegnare ad andare in bici senza rotelle: le varie stagioni del ciclismo


Il triciclo (da 2 a 5 anni):

le tre ruote in plastica sono perfette per i bambini in età prescolare che stanno ancora testando le loro nuove capacità motorie. I tricicli devono essere guidati solo in un parco giochi o all’interno di un cortile recintato, non in un vialetto o strada, ovviamente. La cosa importante da ricordare è che i più piccoli, come tutti i ciclisti, devono sempre indossare un casco adeguato alle dimensioni quando vanno in bicicletta.

Lo so, voi non lo fate (e nemmeno io), ma sarebbe molto utile.

Ricordo che Leone all’inizio (poco dopo i 2 anni) aveva difficoltà a capire la logica per pedalare, era scoordinato e per nulla fluido. Dopo un pò di allenamento tutto è diventato più facile. Fino a sfrecciare a tutta velocità.

La bicicletta con le rotelle (da 4 a 6 anni).

Quando il bimbo o la bimba iniziano a crescere vi renderete conto che il triciclo gli andrà un pò stretto… Quello è il momento di comprare la prima bici con le rotelle.

Il prezioso ausilio che permette ai bimbi di non perdere l’equilibrio è stato pensato originariamente per essere utilizzato solo pochi mesi e come transizione.
Invece è consuetudine tenere le rotelle anche anni…

Uno dei trucchi per imparare ad andare in bici senza rotelle è quello di alzarle progressivamente sempre di più così da non farle toccare sempre.


Il bambino è portato ad andare in sicurezza e spesso nemmeno si accorge che le rotelle non gli servono più. E’ un passaggio spontaneo e naturale, senza sforzi. Non sempre però è possibile alzare le rotelle a tutte le bici.

A quella di Leone, per esempio, non ci sono riuscita.
Sbagliato invece sarebbe togliere solo una rotella perchè costringe il bambino a sbilanciarsi dal lato opposto. E sappiamo che per andare in bicicletta una cosa è fondamentale: l’equilibrio.


Biciclette senza rotelle (da 6 a 9 anni).

La prima bicicletta senza rotelle dovrà avere anche i due freni (non sempre accade).
E’ importante per la sicurezza del vostro bambino ed è bene che inizino ad avere dimestichezza con i freni da subito anche se ci metteranno un pò ad avere la prontezza di usarli.


Senza utilizzare i freni non si va in strada.

Tutti sconsigliano la strada almeno fino a 10 anni. Io alzerò la soglia.
Puntate su parchi pubblici e individuate le migliori piste ciclabili vicino a voi, quelle più sicure e con meno incroci possibili.
A due ruote di un bambino dovrebbe essere a una velocità con freni a pedale.

Spesso i bambini non hanno buoni riflessi e coordinazione, dunque considerate che inizieranno ad utilizzare bene i freni verso i 9 anni. Solo dopo sarebbe opportuno farli andare in strada ma ricordatevi che non conoscono ancora le regole. Fino ad allora, dovrebbero guidare su un vialetto o lungo i percorsi del parco con un adulto.
In Bici dopo i 9 anni: una volta che il bambino è pronto per una bici più grande può iniziare a guidare su strade tranquille, dove puoi insegnargli a guidare in sicurezza.

Mi raccomando, spiega per prima le regole basilari della circolazione stradale. E’ importante, direi “vitale”.

Come insegnare ad andare in bici senza rotelle: valuta l’abilità fisica


Come faccio a sapere se mio figlio è pronto per andare su una bici senza rotelle?
Anche se il tuo bambino ti chiede di toglierle è importante valutare se è in grado di gestire un veicolo a due ruote. Ha il giusto coordinamento, si muove con scioltezza quando svolge altre attività? E come se la cava con le altre attività che prevedono l’equilibrio come il pattinaggio, lo skateboard, lo sci?


Come insegnare ad andare in bici senza rotelle: trovare lo spazio giusto

Una volta svitate quelle fastidiose rotelle, trova un’area aperta e tranquilla per iniziare a guidare. Deve essere uno spazio abbastanza ampio ma circoscritto, meglio se pianeggiante e recintato, ottimo se privo di ostacoli e spigoli (muretti, cordoli, alberi ecc).


Noi abbiamo iniziato su un manto erboso ma il nostro non era adatto. L’erba è utile per attutire le cadute ed evita escoriazioni ma il fondo deve essere regolare e livellato e l’erba cortissima. La bici deve scivolare facilmente e il bimbo non deve faticare a pedalare.

UNA COSA ALLA VOLTA


Attenzione. Preparare la bici è molto importante. Per esempio, il sellino non deve essere troppo alto nè troppo basso.
Il bambino deve poter toccare terra con tutta la pianta del piede rimanendo dritto sulla bici (senza inclinarsi).
In questo modo la partenza sarà più agevole e il bambino riuscirà a piantare il piede nel momento in cui si sbilancerà troppo.

Mostragli come salire e scendere dalla bici stando di lato e facendo oscillare la gamba sopra la ruota posteriore. Quindi assicurati di sapere dove sono i freni e come usarli.
Quando è pronto per provare ad andare in equilibrio gli esperti consigliano di far andare il bimbo e la bici spinti dal genitore senza preoccuparsi di pedalare ma tenendo le mani sul manubrio.
Lo scopo è quello di capire cosa sia l’equilibrio e quando lo si perde.

Dopo alcune prove aggiungete la pedalata.
Il bambino a questo punto dovrà tenere alta l’attenzione su molte cose: equilibrio, manubrio, pedalata, freni. Sono tante cose tutte insieme.

Non abbiate fretta e provate, provate, provate tanto.


Per quanto riguarda la vostra parte potete tenere una mano sotto il sellino e l’altra sul braccio del bambino per aiutarlo a guidare.
Siate positivi, infondete sicurezza e speranza senza forzare.


Attenzione a non esagerare con l’aiuto altrimenti il bambino non capirà quando si sbilancia.

Come insegnare ad andare in bici senza rotelle: meglio sessioni brevi


Gli esperti consigliano sessioni di allenamento da 30 minuti non di più. Al primo segno di stanchezza – se conoscete il vostro bambino sarà facile accorgersene- meglio fare una pausa di almeno una giornata. Evitare di stressare il bambino per evitare di forzarlo o traumatizzarlo.
Parlare ai bambini è fondamentale come prepararli a quello che accadrà loro: “non sarà facile”, “bisognerà allenarsi tanto” “ce la farai e non bisognerà demoralizzarsi, ci vorranno alcuni giorni prima di poter andare da solo…”.


Ho letto molti articoli di esperti e psicologi ed ho capito che se in 3-4 sessioni di allenamento il bambino non fa progressi è meglio interrompere per un paio di settimane. E’ importante che ritorni la voglia di riprovare. In questo lo stimolo di altri coetanei può essere utile ma attenzione perchè il bambino potrebbe anche demoralizzarsi.


Alcuni bambini trovano la loro strada molto velocemente: coordinamento ed equilibrio in un attimo perchè si lanciano senza paura e con un pò di spericolatezza. Altri sono più lenti e guardinghi e con qualche timore in più di cadere e di non riuscire.
(Perfetta metafora della vita?)


Imparare ad andare in bici senza rotelle a mio avviso è una prova importante per un genitore per testare il rapporto che ha con il figlio: riusciamo a dialogare davvero, c’è intesa, si fida di me, mi ascolta, si lascia guidare?


In bocca a lupo al vostro bambino… e anche a noi.

8 Condivisioni
Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
8 Condivisioni
Condividi8
Tweet
Pin