Tende da campeggio, come scegliere quella giusta

tende da campeggio come scegliere quella giusta per te

Ecco quali caratteristiche ho ritenuto necessarie per fare il nostro acquisto

Quest’anno, grazie a nostro figlio, abbiamo deciso di trascorrere una vacanza in tenda in un campeggio in Puglia in riva al mare. Ho dovuto leggere molto per informarmi bene sul mondo del camping ed ora vi spiego come scegliere le tende da campeggio. Cioè le caratteristiche che mi sono state utili per scegliere la nostra.

Vi dico subito che bisogna essere bene informati in materia per evitare di fare acquisti di cui ci si potrebbe pentire dopo appena 10 minuti di campeggio.
La tenda da campeggio è la base, la casa, il fulcro della nostra vacanza, dunque, è bene scegliere con cura guardando al prezzo, ai materiali, al comfort.
Ci aspettiamo una esperienza fantastica ma anche impegnativa per questo mi sono preparata e appuntato 30 consigli per le Vacanze in tenda con i bambini.

Inoltre è fondamentale per la buona riuscita della vacanza avere con sè attrezzatura da campeggio, provviste ed oggetti indispensabili. (Qui cosa portare in campeggio)

Quante persone?


Non esiste uno standard che definisce le dimensioni della tenda per persona, per cui le indicazioni dei costruttori fanno riferimento al minimo indispensabile di spazio. Se la tenda è per tre persone ho capito che in tre ci stanno di sicuro ma… molto stretti.
Bisogna, poi, considerare di che persone si sta parlando: quanto sono grandi? quanto pesano? sono tutte adulte o ci sono anche bambini.
Gli zaini e gli attrezzi rimarranno dentro o fuori? Hai animali?
Insomma considerare lo spazio in tenda è importante.
Noi, per esempio, siamo due adulti e Leone (che ha 4 anni) ci siamo orientati su tende da 3 o 4 persone.
Alla fine abbiamo scelto per altri motivi quella da 4 e staremo un pò più larghi.

Il peso della tenda


Tutti vogliono una tenda da campeggio leggera e spaziosa. La sfida è quella di arrivare ad un giusto compromesso. Più spaziosa è la tenda da campeggio, più pesante è. Se hai bisogno di una tenda per due persone da portare nello zaino o per un campeggio in bici, scegline una che sia sotto i 2 kg di peso.. La tua schiena ti ringrazierà.
Se non devi camminare molto, non fare escursioni o altro, il peso potrebbe essere irrilevante (per esempio se starai in un campeggio).

Tende da campeggio per quali stagioni?


Tende 3 stagioni


Ho scoperto che esistono tende per 3 stagioni e sono di gran lunga la scelta più popolare. Si tratta di solito di rifugi leggeri progettati per le condizioni relativamente temperate di primavera, estate e autunno. Di solito sono dotati di ampi pannelli a maglie per aumentare il flusso d’aria. Le pareti a rete tengono fuori gli insetti (ma possono comunque far entrare sabbia e polvere soffiata dal vento). Le tende 3 stagioni, posizionate correttamente possono resistere a acquazzoni, ma non sono la scelta migliore per un’esposizione prolungata a forti temporali, venti violenti o forti nevicate. Insomma se c’è da fare una vacanza in campeggio con i bambini -a meno che non decidiate di andare sull’Everest- questa è la scelta migliore.
Queste tende sono impermeabili, resistono a temporali di breve durata, anche a nevicate leggere autunnali e proteggono da insetti.

Tende 4 stagioni


Progettate per resistere a forti venti e forti carichi di neve, le tende da alpinismo possono essere utilizzate in qualsiasi stagione. La loro funzione principale, tuttavia, è di resistere a condizioni meteorologiche davvero inospitali, principalmente in inverno o al di sopra degli alberi.
Usano più pali e tessuti più pesanti rispetto alle tende a 3 stagioni. Il loro design a cupola arrotondata elimina gli spazi sul tetto piatto dove la neve può accumularsi. Offrono poche pareti a rete ed hanno meno aperture perchè la priorità e preservare dal freddo. Ciò ostacola la ventilazione e può essere soffocante con tempo mite. Ma quando i venti violenti iniziano a ululare, una tenda per 4 stagioni offre un luogo rassicurante di rifugio.
Ho capito che è da scartare assolutamente per gli usi familiari e di svago.

Campeggio invernale in montagna

Tende da campeggio. Caratteristiche principali


Altezza del soffitto


Ho scoperto che oggi le tende da campeggio hanno varie forme, molto diverse dalle tende canadesi che conoscevo vagamente. Oggi ci sono tende molto alte che permettono di stare in piedi agevolmente e non stimolano tentazioni claustrofobiche.

  • Le tende a casetta dispongono di pareti quasi verticali per massimizzare l’altezza complessiva del picco e lo spazio abitabile (e alcuni modelli sono dotati di caratteristiche piacevoli per la famiglia come divisori e tende da sole o una porta del vestibolo).
    Questo modello è indicato soprattutto per le famiglie con figli, che hanno bisogno di uno spazio comune in cui mangiare, rilassarsi, giocare o trascorrere il tempo in caso di pioggia o condizioni avverse. Rappresenta quindi l’ideale per soggiorni di lunga durata. Rispetto ad altri modelli è un prodotto molto costoso, ingombrante e difficile da montare;
  • Le tende a cupola o igloo offrono una forza superiore rispetto alla forza del vento e sono più stabili. Sono alte al centro, ma le loro pareti sono curve e questo riduce leggermente lo spazio vivibile.
    La loro struttura è sorretta da due archi incrociati. Molto leggere, di poco ingombro e semplici da montare, queste tenda sono la scelta preferita per chi deve spostarsi molto spesso. E’ poco più di un semplice riparo notturno. La sua abitabilità è limitata rispetto ad altri modelli;
  • Le tende canadesi hanno una forma classica inconfondibile con due o tre pali centrali e il tetto spiovente.
  • Le tende a tunnel sono formate da archi paralleli e offrono una buona abitabilità anche durante il giorno. Più facile da montare rispetto al modello a casetta, è molto diffusa soprattutto per le vacanze in famiglia.

Tende da campeggio facili da montare?


Esistono tende da campeggio facili da montare che sono adatte ai neofiti che sperimentano il campeggio per la prima volta. Queste sono anche perfette per i turisti che si spostano spesso da un posto ad un altro e devono montare e smontare la tenda più volte ed in fretta.
Oggi esistono tende più complesse e difficili da montare, che offrono in compenso uno spazio vitale molto più confortevole e rilassante. Queste sono senza dubbio adatte a chi rimane fermo in un posto e per coloro che vivranno la loro vacanza con base in un campeggio.
In questo caso è comprensibile che sia disposto a fare un piccolo sacrificio iniziale e finale in cambio di una maggiore comodità durante tutta la durata del soggiorno.
Noi abbiamo scelto questa strada sperando di non essere stati troppo avventati.
In ogni caso ho obbligato mio marito ad imparare a memoria il tutorial di montaggio del modello della tenda che abbiamo scelto così da essere davvero sicuri di farcela.

TENDE DA CAMPEGGIO: COSA HO FATTO IO

Ti consiglio caldamente di avere contezza di tutti i modelli che potrebbero interessarti e di conoscerli bene dopo una prima scrematura.
Per ognuno dei “candidati papabili” cerca e studiati i tutorial per il loro montaggio e smontaggio. Se una tenda è bellissima ma difficilissima da costruire e sei al primo campeggio magari è meglio puntare su un altro modello.


Da alcuni anni c’è stato un forte sviluppo nel settore con l’imposizione del marchio da campeggio Quechua proposto da Decathlon che fornisce una serie di soluzioni con un ottimo rapporto qualità prezzo. Peraltro sono stati brevettate anche nuove soluzioni di montaggio.
C’è il classico montaggio con archi, prende più tempo sia per il montaggio che per lo smontaggio.
C’è Il montaggio “2seconds” presente sulle tende fino a 3 persone. Si tratta di un montaggio molto veloce. Infine c’è il montaggio “air” con archi gonfiabili, è il più veloce ed intuitivo.
Le tende Decathlon sono anche detentori del brevetto fresh&black, un materiale speciale in grado di fornire la piena oscurità nella tenda e soprattutto respingere i raggi solari garantendo una buona ventilazione interna. La casa assicura una differenza di temperatura di 17 gradi tra l’interno della tenda e l’esterno.
Rimango scettica fino a verifica su campo.

Ci sono comunque molti marchi che dovresti verificare e confrontare per esempio Bertoni campeggio o tende Ferrino. Un utile aiuto arriva anche se cerchi “tende campeggio” su Amazon, il confronto è veloce.

tende stile indiani

Lunghezza del pavimento della tenda


Quando all’interno devono abitarci persone molto alte è bene che nella tenda vi sia del pavimento aggiuntivo non occupato da materassini o sacchi a pelo. Potrebbe rivelarsi uno spazio vitale molto utile sia per riporre valige sia per stivare cibo o altro.

Il numero delle porte delle tende da campeggio


Questa è facile: se la tenda ti serve per il campeggio estivo quando fa molto caldo hai bisogno di una tenda con almeno due aperture per favorire la circolazione di aria. Ricordati che la tenda sotto il sole si scalda, così come il pavimento. Il calore rimane imprigionato anche la sera quando sale anche dal terreno. Avere una buona ventilazione contribuisce ad evitare saune indesiderate e alla formazione della fastidiosa umidità interna alla tenda.
Pali della tenda
La struttura a palo di una tenda aiuta a determinare quanto sia facile o difficile spostarla. Praticamente tutte le tende per famiglie hanno una struttura tale che non richiedono picchetti da conficcare per tenerle su. Il grande vantaggio di questo è che puoi sollevare la tenda e spostarla in una posizione diversa dopo averla costruita. Puoi anche rimuovere facilmente lo sporco prima di rimuoverlo.

Telo impermeabile


Alcune tende da campeggio hanno una copertura impermeabile separata progettata per adattarsi al tetto della tenda. Usalo ogni volta che è prevista pioggia o rugiada o ogni volta che vuoi mantenere un po ‘di calore in più.

Materiali per tende

Il materiale con cui è costruita la tenda è, forse, il dettaglio più importante tra tutti. E’ questo che stabilisce quanto è resistente, fresca, calda, stabile, duratura una tenda.
L’impermeabilità è un fattore fondamentale da considerare, qualunque sia la stagione in cui si decide di partire e dipende strettamente dal materiale con cui è fatta la nostra tenda.
Non bisogna trascurare questo fattore perchè d’estate sono frequenti abbondanti acquazzoni e non vogliamo assolutamente che utto quanto è nella nostra tenda si inzuppi (con o senza di noi dentro).
L’impermeabilità della tenda si misura in millilitri di colonne d’acqua. Per quanto riguarda la copertura è bene preferire strutture che arrivino a 2500 ml, mentre il fondo che rimane a contatto con la terra deve essere più impermeabile, arrivando almeno a 4000 ml.
Un’altra accortezza che dovete avere nella scelta della tenda da campeggio è quella di verificare che le cuciture siano nastrate. Questa caratteristica rende la tenda più resistente alle infiltrazioni d’acqua, che altrimenti potrebbero farsi spazio attraverso le cuciture.

campeggio estivo al tramonto

Vestibolo e patio


Esistono tende con vestiboli incorporati allo scopo di conservare o riparare la tenda da fanghiglia o polvere esterna. Si tratta di una pre-tenda uno spazio in cui potersi spogliare, togliersi le scarpe e avere privacy prima di entrare in tenda e trascinarvici eventuale sporcizia. I patii o i gazebo possono essere molto utili d’estate perchè creano un ampio spazio per diverse persone dove poter stare riparati dal sole o al fresco la sera. Ne esistono anche di separati alle tende stesse e creano veri e propri “soggiorni” per conviviali.

Passanti e tasche interne


Un anello per lanterna viene spesso posizionato nella parte superiore centrale del soffitto di una tenda per appendere una lanterna. Gli anelli sulle pareti delle tende interne possono essere utilizzati per fissare un ripiano in rete per tenere piccoli oggetti lontani dal pavimento della tenda. Allo stesso modo, le tasche interne aiutano a mantenere in ordine la tenda.

Controlla le cerniere

Leggendo qui ho scoperto che le cerniere sono importanti.
Si devono aprire e chiudere facilmente, e non si devono inceppare o incastrare con il tessuto della tenda. Non si devono impigliare sulle alette di nylon o sul tessuto liso. Le cerniere di plastica o di ottone non si rovinano, mentre quelle di acciaio o alluminio sono più resistenti ma si rovinano con l’umidità. Quando si monta una tenda bisogna sempre ricordare di picchettarla con le cerniere chiuse, per evitare che successivamente essendo troppo tese siano difficili da chiudere.

2 Condivisioni
Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
2 Condivisioni
Condividi2
Tweet
Pin